News

Le Capèle su Il Giornale di Brescia – 28 Febbraio 2017

28-02-2017

Capèle, l’unione fa il restauro: arrivati 100mila euro per i lavori

L’unione fa la forza, si dice in generale. Stavolta l’unione fa… il restauro di due nuove «capèle» del santuario della Via Crucis di Cerveno. Dopo la sistemazione delle prime quattro, all’interno di un maxi progetto, già  approvato dalla Sovrintendenza, che prevede il restauro di tutte le 132 statue lignee scolpite nel ‘700 da Beniamino Simoni per un importo di 2 milioni di euro, è partita una maxi operazione di raccoltafondi, lanciata dalla parrocchia di Cerveno e fatta propria dal Comune insieme a molti altri soggetti.

L’obiettivo primario è ora rimettere a nuovo le capèle numero 5 e numero 8.
Seguendo un filone moderno, è stata presentata la sottoscrizione di crowdfunding «Per le Capèle», che ha permesso di raccogliere a oggi 20.715 euro tramite 46 sottoscrittori. Non sufficienti però per il rifacimento delle due stazioni, che richiede una cifra pari a 240mila euro (220mila per il restauro in sè e altri 20mila per la promozione del progetto).

Soccorso. In soccorso della causa sono, per fortuna, arrivati i contributi: è di questi giorni la notizia che la Fondazione Cariplo ha finanziato il progetto presentato dalla parrocchia con il Comune sui bandi «Emblematici provinciali». Alla rendicontazione dei lavori conclusa, i due enti riceveranno centomila euro.

A questi il Comune ne aggiungerà  altri ventimila e una cifra uguale pure il Bim. Municipio e Comunità  montana hanno poi inviato richieste di contributo ad altri enti e fondazioni, per cercare di coprire i costi rimanenti, che diversamente saranno accollati dalla parrocchia. E stanno attendendo preziose risposte.
I soldi verranno così investiti: 133mila euro per il restauro conservativo della quinta capèla e 87.500 per l’ottava, il resto serviranno per un social media manager, per un webmaster, per la pubblicità  e sponsorizzazione di Facebook, per un found raiser, un video maker e per il materiale promozionale.

«Solo grazie all’unità  di intenti avremo la speranza di vedere coronato il sogno di poter restituire alla comunità  questa singolare opera di qualità  artistica e culturale interamente restaurata – dicono il parroco don Giuseppe Franzoni e il sindaco Marzia Romano -. Anche la parrocchia e il Comune partecipano con tutti i fondi a loro disposizione in questo momento. Siamo certi che se questo progetto, già  interamente autorizzato, vedrà  uniti tutti noi, assumerà  un notevole valore aggiunto. Il contributo di altri finanziatori eviterà  a una piccola comunità  di esporsi ulteriormente con un fido bancario, che diversamente faremo. Perché altre capèle si stanno deteriorando, rendendo ancora più oneroso e urgente il restauro».

Cerveno ha anche partecipato alla graduatoria regionale per il Fondo di rotazione: la speranza è che qualche risorsa arrivi anche da Milano.
I lavori alle prime quattro capèle si sono conclusi nel 2013.
La quinta stazione, «Gesù aiutato dal Cireneo» contiene cinque sculture lignee a tutto tondo, tredici figure in stucco, superfici murarie affrescate, parapetto in legno e pavimento dipinto.

Il Giornale di Brescia – 28 Febbraio 2017

Share